Saloni

Intermot Monaco

• 2004

• 2002

Milano

• 2007

• 2006

• 2005

• 2003

• 2001

Bike Expo Padova

• 2005

• 2004

• 2003

• 2002

Moto Salon

• 2005

• 2004

• 2003

- Paris Auto Moto Tuning Show 2002

- National Custom Show 2003

- Motorshow Bologna 2002

Eventi

- Aquile in Pista Imola 2009

- Porte Aperte 2008

Presentazione del Libro - Moto Guzzi Quando le moto hanno l'anima

• Presentazione

- Premio Anima Guzzista - Bicilindrica

- Il Guzzista dell'Anno

Manifestazione FFMC

• 2006

- Manifestazione "Moto di Protesta"

- Pista&Pasta 2008

La Sfida II

• I-2005

La Sfida

• I-2004

Trofeo Rosso

• 2004

• 2003

Concorso Fotografico

• 2008

• 2004

• I vincitori 2004

- Convegno corse anni '70

- Cena WOG a Mandello

- V8 alla Coupe Moto Legendes

Record Guzzi in USA

• Report

• Racconto del pilota

Il Giro delle Aquile

• Motogiro

• La 1° tappa

• Intervista a Antonio Idà

• Tappa Fr-Bn

Aquile in Strada

• Magione

• Varano

Competizioni

Anima Guzzista Cup

• 2009

Campionato Classiche Gr. 5 e UEM

• Trofeo Guzzi 2008 - Franciacorta

• Trofeo Guzzi 2008 - Magione

• 2008

• 2007

• 2006

• Magione 2005 2° gara

• Misano 2005

• Magione 2005

• Varano 2005

• Misano 2004

• Vallelunga 2001

• Intervista a Pietro Inagni

Trofeo Deccla Cartagena

• 14°- Gennaio 2008

• 13°- Settembre 2007

• 12°- Gennaio 2007

• 11°- Settembre 2006

• 10°- Gennaio 2006

• 9°- Settembre 2005

• 8°- Gennaio 2005

• 7°- Settembre 2004

• 6°- Gennaio 2004

• 5°- Settembre 2003

Campionato Italiano Supertwins

• 2008

• 2007

• 2006

• 2005

• Mandello Racing Team

• 2003

- Classic RR European Championship

- Daytona 2007

- Daytona 2006

- TT Assen 2006

- TT Assen 2005

- 100 Miglia 2006

Campionato Italiano Naked

• 2003

• 2002

- Bol D'Or Classic 2008

- Bol D'Or Classic 2004

- Mondiale Endurance Albacete 2004

TROFEO GUZZI - FRANCIACORTA

 

 

Costanti con brio

 

Testo e foto di Mauro Iosca

 

 

“Suo figlio è bravo ma non si applica….diciamo che è incostante…”; ma come incostante ? Ma se avevano detto tutti che le gare di regolarità non scatenano la rude foga competitiva di quei sub-normali del gruppo cinque? Ma se tutti dichiaravano timidamente: “…vorrei approcciare la pista senza sentirmi travolgere da un’orda di assatanati come quelli dell’endurance!”.
Ma non si era detto che bastava entrare compiere, un numero minimo di giri, ognuno al proprio ritmo, al proprio “passo” in serena armonia?

Diciamo solo che le pieghe, per ora, non sono di quelle super-spettacolari; ma che questi “banditi” facciano in pista quanto più volte dichiarato è una colossale BUGIA!

Franciacorta è una torrida buca e quando il caldo ci si mette può fare anche sul serio. Domenica 22 giugno fa un caldo infernale e chi indossa la tuta se ne ricorderà per un pezzo. Lo speaker chiama a rapporto quelli del trofeo Guzzi e il borbottio cupo dei bicilindrici rompe il silenzio del primo pomeriggio bresciano.

Il Tony (Mangino) entra tra gli ultimi in pista come le star della moto GP e dato che parte dalla pole-position se lo può anche permettere: per l’occasione guida uno dei “cavallini” del Graziano, per l’occasione anche lui definitivamente guzzista stacca in prova un ottimo 1:31.609.

Io in verità sono qui per fare il tifo al Mattia, al secolo Mattavelli Luigi dato che lui è uno dei Minchions (official Minchions Team) e quindi non potevo non venire a tenergli metaforicamente l’ombrellino alla partenza.
Più in forma che mai anche il mitico BeppeTitanium del TNT supportato come logico dalla coppia guzzista più veloce del mondo…ovviamente Lalla e Livio.
La lista è lunga e bene fanno Antonio Idà e Mario Arosio ad essere contenti per la grande partecipazione, dato che in questa griglia di ventun partenti, ricca non solo per il cospicuo numero dei partecipanti ma anche per il valore dei mezzi, cosa direste infatti se vi dicessi che erano presenti collezionisti della portata di Todero e Frigerio, e che si sono viste e sentite moto come la otto cilindri, e che una 350 bialbero e un Gambalunga si sono esibite nelle prove del sabato e che addirittura una “bicilindrica” ha fatto tutta la gara fino in fondo?
Il risultato e che ho assistito ad un bello spettacolo, a grande passione e ad un bel gruppo di persone competitive e motivate. Le facce rosse dei piloti appena finita la gara mostrano molto chiaramente la situazione, ma nessuno si è tirato indietro o ha mollato il gas, anzi: ampi sorrisi, occhi stanchi ma incredibilmente felici.

Un bene bravo a Paolino Stagi che zitto zitto vince anche questo secondo appuntamento, sarà un caso che dopo qualche stagione nell’endurance Paolo riesca ad interpretare la meglio il concetto della regolarità ?
Meditate gente meditate
!

 

 

QUALIFICHE

CLASSIFICA GARA

CLASSIFICA ASSOLUTA

 

GALLERY

 

 

 

© Anima Guzzista